Parlamento Italiano

Il 19 aprile dalle 14 alle 19, alla Camera dei Deputati si discuterà di lavoro, sviluppo sostenibile vs post-crescita, cura e welfare. Il pomeriggio si concluderà con un dibattito tra membri di vari partiti e gruppi parlamentari fra i quali Europa Verde - Verdi, Movimento 5 Stelle, Sinistra Italiana e Partito Democratico.

Le registrazioni per la giornata del 19 aprile sono chiuse. Potrai seguire l'evento in streaming al seguente link.

Iscriviti all'evento Come raggiungerci Aggiungi al calendario

Programma

Saluti istituzionali

Saluti istituzionali a cura di Luana Zanella, Presidente del Gruppo parlamentare Alleanza Verdi e Sinistra, che aprirà l'evento.

Saluti di apertura

Saluti di apertura in videoconferenza con Kate Raworth, autrice di Doughnut Economics, Jason Hickel, antropologo economico e autore di The Divide: A Brief Guide to Global Inequality and its Solutions, e Barbara Muraca, docente di Filosofia ambientale presso l'Università dell'Oregon.

Sessione 1 - Di fronte alla crisi climatica ed ecologica: Sviluppo Sostenibile o Post-/Decrescita?

Siamo in uno scenario sempre più evidente di crisi socio-ecologica globale, di cui la crisi climatica è l’aspetto più preoccupante. Sappiamo ormai molto delle cause e delle dinamiche di queste crisi: ma come affrontarle? Come fare in modo da garantire buone condizioni di vita umane per tutte e tutti sul nostro pianeta? Dopo quasi quarant’anni di sviluppo sostenibile abbiamo abbastanza conoscenza empirica per poter valutare criticamente i risultati di questo approccio. Purtroppo i risultati della ricerca scientifica sono scoraggianti: appare ormai molto chiaro che la strategia di continuare a perseguire la crescita economica, disaccoppiandola dai suoi impatti sull’ambiente abbia fallito. In questa prima tavola rotonda analizzeremo da un lato le cause di questo fallimento e dall’altro lato cercheremo di dare conto di un fertile dibattito che si sta sviluppando sulle alternative che si collocano oltre la crescita (post-crescita e decrescita). Si tratta di approcci che propongono una trasformazione socio-ecologica che si fonda sul riconoscimento dei limiti planetari, e contemporaneamente mira a una maggiore giustizia sociale e benessere delle persone. Analizzando nel dettaglio diverse prospettive che si contrappongono a quella dello ‘sviluppo sostenibile’, esploreremo questioni come: quali settori produttivi dovrebbero essere ridimensionati? Come rendere la pianificazione di tale ridimensionamento democratico e localizzato? Quali sono gli ostacoli maggiori alla realizzazione di politiche di decrescita? Da un punto di vista macroeconomico, come organizzare una trasformazione eco-sociale senza crescita, a livello nazionale e europeo?



Sessione 2 - Soluzioni e strategie oltre la crescita: come ri-organizzare lavoro, welfare e cura in un’Italia che decresce?

Dopo aver chiarito, nella prima sessione, le caratteristiche, a grandi linee, delle proposte di decrescita e post-crescita intendiamo in questo secondo tavolo affrontare il problema di come implementare una tale trasformazione e di quali implicazioni avrà un cambiamento che vada oltre la crescita per questioni già oggi spinose come il lavoro, il welfare e la cura . Negli ultimi anni c’è stato un fertile dibattito su molti di questi temi e con le/gli esperte/i presenti a questa seconda tavola rotonda cercheremo di sviscerare alcune delle questioni emerse. In particolare, parleremo di lavoro (I), welfare (II) e cura (III).

I. Lavoro

In relazione al lavoro, nel dibattito sulla decrescita spesso si suggerisce una riduzione delle ore lavorative conseguente a una riduzione della produzione e del consumo nazionale per rientrare nei limiti ecologici. Come organizzare tale riduzione delle ore lavorative? Senza crescita economica, come garantire un lavoro a tutte e tutti? Quali lavori sono effettivamente utili per la società e quali diversi modi di regolazione possono esistere per organizzare la distribuzione di lavoro e reddito?

La necessità di ridefinire il paradigma lavorativo della nostra società nasce anche da un’analisi delle disuguaglianze di genere che nascono proprio nella suddivisione del lavoroi, con la svalutazione e invisibilizzazione del lavoro riproduttivo - svolto dalle donne. Parlare di lavoro dal punto di vista femminista è essenziale vista la situazione italiana in termini di diseguaglianze di genere.

II. Welfare

La questione del lavoro è strettamente connessa a quella delle disuguaglianze - tanto forza motrice della crescita economica nelle logiche del capitalismo neoliberista, quanto causa di molti problemi sociali nel nostro paese, su tutte il peggioramento della qualità della vita di tutt*. Per questo motivo, molti esperti e attivisti hanno espresso l’importanza di promuovere delle politiche, alcune delle quali verranno discusse in questa seconda sessione, mirate a ridurre le diseguaglianze di reddito e di patrimonio che persistono nella nostra società: questione tanto più importante se si considera che una ricchezza elevata corrisponde a un impatto ecologico elevato. Come garantire in una società senza crescita economica i sistemi di welfare che sono stati costruiti tramite i dividendi della crescita economica? Affronteremo anche questa domanda analizzando proposte come quella riguardo i cosiddetti Servizi Universali di Base (SUB) e il Reddito Universale Incondizionato (UBI).

III. Cura

Una transizione da un'economia finalizzata alla produzione e alla crescita, a un’economia finalizzata alla sostenibilità e al benessere necessita un processo di trasformazione che metta al centro la dimensione della Cura. In questo contesto, cura è da intendersi come l'insieme delle pratiche e delle risorse che provvedono le condizioni politiche, sociali, materiali, relazionali ed emotive indispensabili per una vita sicura, prospera e significativa sul pianeta, assieme al pianeta.

La Cura e il lavoro necessario a sostenerla sono in una profonda crisi generata da un continuo processo di svalutazione, invisibilizzazione, individualizzazione e mercificazione che ne hanno fatto terreno di sfruttamento i cui danni e carenze ricadono sulle spalle di soggettività marginalizzate, per donne, persone razzializzate e lavoratori delle classi più povere. La recente pandemia da Covid ha smascherato ed esacerbato la profondità di questa crisi strutturale, peggiorando in maniera diffusa e rapida i livelli di salute, benessere e sicurezza.

Come possiamo attraversare una transizione che rimetta al centro la cura? Di quali risorse, pratiche, collettività, istituzioni abbiamo bisogno per contrastare la crisi della Cura? Quale sistema economico e quale cambiamenti culturali possono soddisfare il nostro bisogno di cura e provvedere ad una buona vita per tutt*?



Sessione 3 - Tavola rotonda di discussione con esponenti politici (work in progress)

In questa sessione si invitano gli esponenti politici a discutere delle tematiche proposte nei panel precedenti. L’idea è quella di analizzare assieme a loro le criticità delle visioni pro crescita verde e sviluppo sostenibile, e di quanto i loro partiti/movimenti stiano prendendo seriamente in considerazione altri modelli socio-economici, di post-crescita e decrescita, che pongano davvero al centro la qualità della vita rimanendo all’interno dei limiti planetari.

Si discuterà inoltre su quali politiche si stiano davvero realizzando, dentro e all’esterno delle istituzioni, per ripensare l’attuale modello di welfare basato sulla crescita economica, oltreché il concetto di lavoro salariato. Si inviteranno i deputati a confrontarsi su salario minimo e massimo, reddito universale, reddito di cura, e servizi basici universali.

Si analizzerà inoltre la situazione attuale dello scenario italiano, della vicinanza alle visioni post-crescita e di decrescita a livello politico e partitico, dei movimenti per la giustizia socio-climatica, nei media e nell’opinione pubblica. L’idea è di capire assieme come queste proposte possano tradursi in politiche precise e puntuali, desiderabili a livello sociale.

Registrati alla conferenza

La registrazione è necessaria solo per chi vuole partecipare di persona, l'accesso allo streaming dell'evento è libero.

Compila il modulo per assicurarti un posto in questo importante incontro. La tua partecipazione rappresenta un passo verso la trasformazione. Non perdere l’opportunità di essere parte di questo evento cruciale, dove ogni voce conta nel plasmare il futuro.

La registrazione per: Città dell'altra Economia del 20 aprile 2024 ha raggiunto il limite. Sarai inserito in lista d'attesa.
Nota: Se hai già effettuato l'iscrizione in precedenza, questa operazione non ti disiscriverà automaticamente. Per disiscriverti, potrai utilizzare il link fornito nelle email che ricevi.
Grazie per averci contattato! Ti risponderemo al più presto.
Grazie, la tua iscrizione è andata a buon fine!
Logo Beyond Growth Conference Italia 2024
Ti aspettiamo a Roma il
19 e 20 Aprile 2024
Beyond Growth Conference Italia · Some rights reserved.